Dimitris Roubis

Prof. Dimitris Roubis

Insegnamento di Metodologia e tecnica dello scavo

tel.: +39 3203327883
email.: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

 

NOTE BIOGRAFICHE

Nato a Pireas (Grecia), si è laureato in Archeologia presso il Dipartimento di Storia ed Archeologia dell'Università Aristotelica di Thessaloniki (Grecia). Ha conseguito il Diploma di Specializzazione in Archeologia Classica e Medievale presso l’Università degli Studi di Lecce. In tale sede, dal 1988 fino al 1991, ha svolto attività di ricerca impegnandosi nei progetti di studio promossi dalla Scuola nel settore dell’archeologia classica e medievale.
Nel 1990 ha effettuato un soggiorno di studio in Inghilterra presso l'Ashmolean Museum di Oxford per usufruire dell'Archivio fotografico e del Database del Beazley Archive.
Dal 1995 al 2001 ha prestato servizio presso il Laboratorio di Archeologia della Scuola di Specializzazione in Archeologia dell'Università degli Studi della Basilicata con sede a Matera. Presso il Laboratorio di Archeologia ha svolto attività di ricerca coordinando le indagini sul terreno nell’ambito delle campagne di scavo promosse dalla suddetta Scuola in numerosi siti archeologici dell’Italia meridionale e della Sicilia e in particolare negli insediamenti di età classica e medievale della Basilicata. In tale sede ha collaborato alla realizzazione di un sistema informativo territoriale -GIS- sul sito pilota di Montescaglioso (MT, Basilicata) e sul suo territorio.
Negli anni 1994-95, 1995-96 è Docente di corsi seminariali nell’ambito delle attività didattiche della cattedra di Metodologia della Ricerca Archeologica dell’Università degli studi di Lecce (Facoltà di Beni Culturali).
Negli anni 1994-1995, 1995-1996, 1997-1998, 1998-1999 è Docente di corsi seminariali nell’ambito delle attività didattiche della cattedra di Archeologia e Storia dell’arte greca e romana dell’Università degli studi della Basilicata (Facoltà di Lettere e Filosofia), su argomenti relativi al settore delle metodologie con particolare riguardo ai metodi della ricerca archeologica nei siti classici e medievali.
Dall’a.a. 1998-1999 a tutt’oggi, è Docente presso la Scuola di Specializzazione in Archeologia di Matera dell'Università degli Studi della Basilicata: disciplina “Metodologia e Tecnica dello scavo”.
Nell’a.a. 2000-2001, è Docente a contratto nell’ambito delle attività didattiche del Diploma Universitario di Operatore dei Beni Culturali di Agrigento dell’Università degli Studi di Palermo: disciplina “Metodologia e Tecnica dello Scavo” con particolare riguardo alla metodologia dello scavo archeologico dei complessi monumentali.
Dall’a.a. 2004-2005 a tutt’oggi è Docente a contratto presso l’Università degli Studi della Basilicata, Facoltà di Lettere e Filosofia, corso di laurea specialistica in Nuove Tecnologie per la Storia e i Beni Culturali: disciplina “Archeologia del paesaggio”; nei corsi sviluppa vari percorsi didattici tra cui l’evoluzione dei metodi della ricerca archeologica sul campo, la “landscape archaeology” e i sistemi informativi territoriali, l’impostazione e i metodi di “field survey”, le strategie di documentazione delle tracce archeologiche, l’interpretazione, la periodizzazione e l’edizione dei dati, l’informatica applicata all’archeologia (con particolare riguardo alle piattaforme GIS).
Dal 2001 è ricercatore archeologo presso il CNR, Istituto per i Beni Archeologici e Monumentali.
E’ Membro del Comitato scientifico della Rivista “Siris. Studi e Ricerche della Scuola di Specializzazione in Archeologia di Matera” (dal 2001).
Dall’anno 2004 svolge attività scientifica e didattica, in regime di associazione su specifica convenzione attuativa, presso il Dipartimento di Scienze Storiche, Linguistiche e Antropologiche dell’Università degli Studi della Basilicata (corso di laurea triennale e specialistica e Scuola di Specializzazione in Archeologia) presso la sede di Matera.
Dall’anno 2007, su specifica convenzione attuativa, afferisce alla Scuola di Specializzazione Archeologia di Matera.

 

ATTIVITA’ DI RICERCA

Competenze: si occupa di problematiche archeologiche legate ai temi dell’iconografia, attribuzione e distribuzione della ceramica attica e italiota a figure rosse. Attualmente si dedica allo studio delle problematiche relative alle metodologie della ricerca archeologica (ricognizioni e scavo) ed ha in corso di realizzazione alcuni progetti finalizzati alla ricostruzione dei paesaggi antichi.
Ha partecipato a numerosi convegni nazionali ed internazionali, con contributi relativi a tematiche relative ai manufatti ceramici di età classica e ad aspetti di trasformazione dei paesaggi antichi nonché dedicati all’informatica applicata all’archeologia.
Ha curato attività di inventariazione e studio di materiali archeologici con la Soprintendenza Archeologica della Calabria, con la Soprintendenza Archeologica della Basilicata e con la Soprintendenza per i Beni Culturali ed Ambientali di Trapani.
Dal 1987 ad oggi, ha coordinato numerose campagne di scavo archeologico in Grecia (Dion) e in Italia tra cui Otranto (Puglia), Segesta (Sicilia), Crotone, Torre di Mare, Difesa San Biagio e Montescaglioso (Basilicata).
Negli anni 2002-2005 ha co-diretto, per conto del CNR e in collaborazione con la Scuola di Specializzazione in Archeologia di Matera (Università degli Studi della Basilicata), le indagini archeologiche presso l’insediamento monastico di Jure Vetere (S. Giovanni in Fiore, CS, Calabria).
Attualmente ha la direzione scientifica delle ricognizioni archeologiche ad Altojanni (Grottole, Basilicata) per conto della Scuola di Specializzazione in Archeologia di Matera dell’Università della Basilicata
Attualmente è direttore scientifico delle ricognizioni archeologiche nel territorio di Montescaglioso (Basilicata) effettuate dalla Scuola di Specializzazione in Archeologia di Matera dell’Università della Basilicata (ricognizioni estensive con manufatti del periodo classico e medievale).
Dal 2002 svolge la propria attività scientifica per conto dell’IBAM, principalmente nell’ambito della Commessa di ricerca “Metodologie innovative per la conoscenza dei paesaggi antichi”, afferente al Dipartimento Patrimonio Culturale del CNR.
E’ Tutor scientifico di un assegno di ricerca IBAM CNR – Regione Basilicata sulla tematica: “Applicazioni GIS e metodologie di analisi di dati satellitari nello studio e gestione del patrimonio archeologico”.

 

Progetti di ricerca:

- Progetto “Censimento del patrimonio archeologico per la conoscenza dei paesaggi storici della Basilicata antica, attraverso lo studio diacronico delle dinamiche insediative tra età antica ed età medievale” (IBAM-CNR, Scuola di Specializzazione in Archeologia di Matera). Direzione e coordinamento scientifico gruppo di ricerca sullo studio delle testimonianze materiali e delle strutture insediative di età antica in Basilicata.
Approfondimenti tematici:
Carta Archeologica Basilicata, siti antichi e post antichi (elaborazione di una banca dati su piattaforma GIS relativa ai siti archeologici editi della Basilicata dall’antichità al medioevo).
Siti accentrati e fortificati (ricerca relativa ai metodi e i sistemi di indagine per l’archeologia degli insediamenti accentrati e fortificati nella diacronia in Basilicata).
Metodologie per lo studio dei paesaggi storici della Basilicata nella valle del fiume Bradano (ricerca relativa alla conoscenza dei “paesaggi” storici della Basilicata antica attraverso lo studio diacronico delle dinamiche insediative in un’area prescelta come campione: la bassa valle del fiume Bradano intorno a cui gravitano i siti di interesse archeologico di Altojanni e di Montescaglioso).
Le collaborazioni multidisciplinari attivate sono: a) Università degli Studi della Basilicata (analisi geomorfologiche, chimiche e idrauliche); b) IMAA-CNR (immagini satellitari e foto aeree; analisi petrografiche); c) Università degli Studi di Modena (analisi polliniche).
- Progetto di Ricerca a Tema Libero CNR (responsabile titolare): “Modalità di sfruttamento del territorio nei siti monastici medievali: l’esempio di Jure Vetere (S. Giovanni in Fiore – CS”

 

Progetti di ricerca europei:

- Progetto “BYHERINET – Bizantine Heritage Network”. Studio degli insediamenti bizantini avente come obiettivo la valorizzazione del patrimonio culturale bizantino di Basilicata, Puglia, Atene, Creta e Cipro nell’ambito del Programma Interreg IIIB Archimed. Coordinamento delle azioni di elaborazione dei dati su piattaforma GIS per la conoscenza e la valorizzazione dei paesaggi culturali e delle azioni di fattibilità inerente la realizzazione di itinerari culturali tematici.

- PaCE Project (Plants and Culture: seeds of the cultural heritage of Europe). Progetto approvato nell’ambito del Culture Programme (2007-2013) – Strand 1.2.1 Co-operation Measures. Coordinamento scientifico.

 

PUBBLICAZIONI PRINCIPALI

a) Monografie
- (con G. Bertelli, a cura di), Torre di Mare I. Ricerche archeologiche nell’insediamento medievale di Metaponto (1995-1999), SIRIS. Studi e ricerche della Scuola di Specializzazione in Archeologia di Matera, 2, 1999-2000, Bari 2002.
- (con C.D. Fonseca, F. Sogliani, a cura di), Jure Vetere. Ricerche archeologiche nella prima fondazione monastica di Gioacchino da Fiore (indagini 2001-2005), Soveria Mannelli 2007.

b) Contributi e saggi editi
- D.ROUBIS, Le ceramiche greche di importazione nei centri indigeni tra Agri e Sinni, in I Greci in Occidente. Greci, Enotri e Lucani nella Basilicata meridionale, (a cura di S. Bianco et alii), Napoli 1996, pp. 90-92.
- D.ROUBIS, Due crateri attici a figure rosse dalla necropoli di Vaste, in Studi di Antichità 6, 1990, pp. 127 146, tavv. 51 67 (parte firmata da D.ROUBIS = DR: pp. 138-146).
- D.ROUBIS, Ricerche archeologiche nell’abitato indigeno di Difesa San Biagio (Montescaglioso), in Ricerche sulla casa in Magna Grecia e in Sicilia. Atti del Colloquio di Lecce, a cura di F. D’Andria e K. Mannino, Galatina 1996, pp. 235-253.
- D.ROUBIS, Mondo dionisiaco e vino nella ceramica attica, in Il Tralcio e la Vite. La cultura della vite e del vino nell’arte, nella società, nei luoghi di lavoro. Catalogo della Mostra (Brindisi, Museo provinciale “F. Ribezzo”), a cura di A. Marinazzo, Lecce 1996, pp. 37-43.
- D.ROUBIS, I risultati delle ricerche, in F. D’Andria, D. Roubis, L’insediamento indigeno di Difesa San Biagio a Montescaglioso. Seconda campagna di scavo 1996, in SIRIS. Studi e ricerche della Scuola di Specializzazione in Archeologia, 1, 1998-1999, pp. 125-155.
- D.ROUBIS, Le importazioni attiche del IV sec. nell’Adriatico meridionale, in La céramique attique du IVe s. en Méditerranée occidentale. Actes du Coll. Int. organisé par le Centre Camille Jullian (Arles 1995), Napoli 2000, pp. 1-10 (parte firmata da D.ROUBIS : pp. 5-10).
- D.ROUBIS, Le indagini della Scuola di Specializzazione in Archeologia di Matera: le ricognizioni infrasito e lo scavo stratigrafico dei saggi IV, V e VI, in Torre di Mare I. Ricerche archeologiche nell’insediamento medievale di Metaponto (1995-1999), SIRIS. Studi e ricerche della Scuola di Specializzazione in Archeologia di Matera, 2, 1999-2000, Bari 2002, pp. 115-154.
- D.ROUBIS, I reperti residui di età classica, in Torre di Mare I. Ricerche archeologiche nell’insediamento medievale di Metaponto (1995-1999), SIRIS. Studi e ricerche della Scuola di Specializzazione in Archeologia di Matera, 2, 1999-2000, Bari 2002, pp. 317-322.
- D.ROUBIS, F.SOGLIANI, M.LAZZARI, Ricerche archeologiche a Jure Vetere (S.Giovanni in Fiore –CS): la campagna di scavo del 2002 e le indagini geopedologiche, in SIRIS. Studi e ricerche della Scuola di Specializzazione in Archeologia di Matera, 4, 2003, pp. 99-118 [edito nel 2004].
- D.ROUBIS, Due crateri del pittore di Pisticci dal territorio di Oria (BR), in La céramique apulienne. Bilan et perspectives. Atti della tavola rotonda (Napoli 30 novembre – 02 dicembre 2000), a cura di M. Denoyelle, E. Lippolis, M. Mazzei, C. Pouzadoux, Napoli 2005, pp. 39 – 45.
- D.ROUBIS et alii, Ricerche nella chora meridionale di Crotone: prospezioni e scavi (1990-1991), in Kroton e il suo territorio tra VI e V secolo a.C. Aggiornamenti e nuove ricerche. Atti del Convegno di Studi (Crotone, 05-03 marzo 2000), a cura di R.Belli Pasqua e R. Spadea, Crotone 2005, pp. 149-206 (parti firmate da D.ROUBIS : pp. 159-163; 170-175 ; 196-202).
- D.ROUBIS, Ricerche di archeologia dei paesaggi nel sito monastico di Jure Vetere (S. Giovanni in Fiore - CS): primi dati sulle modalità di sfruttamento del territorio, in SIRIS. Studi e ricerche della Scuola di Specializzazione in Archeologia di Matera, 5, 2004, pp. 195-206 [edito nel 2006].
- D.ROUBIS, I risultati delle indagini archeologiche del 2002: lo scavo dell’impianto monastico e lo studio del contesto territoriale, in G. BERTELLI, D. ROUBIS, F. SOGLIANI, I siti florensi della Sila: la scoperta della prima fondazione monastica di Gioacchino da Fiore a Jure Vetere (S. Giovanni in Fiore), in I Luoghi di Gioacchino da Fiore. Atti del primo Convegno internazionale di studio (Casamari – Fossanova- Carlopoli – Corazzo – Luzzi Sambucina – Celico – Pietrafitta Canale – S.Giovanni in Fiore – Cosenza, 25 – 30 marzo 2003), a cura di C.D. Fonseca, Roma 2006, pp. 121-125.
- D.ROUBIS, Ricerche archeologiche a Jure Vetere. Organizzazione delle indagini, strategie di intervento e scavo stratigrafico, in Jure Vetere. Ricerche archeologiche nella prima fondazione monastica di Gioacchino da Fiore (indagini 2001-2005), a cura C.D. Fonseca, D. Roubis, F. Sogliani, Soveria Mannelli 2007, pp. 87-132.
- D.ROUBIS, Archeologia del paesaggio a Jure Vetere: il proto monastero florense e le sue risorse territoriali, in Jure Vetere. Ricerche archeologiche nella prima fondazione monastica di Gioacchino da Fiore (indagini 2001-2005), a cura C.D. Fonseca, D. Roubis, F. Sogliani, Soveria Mannelli 2007, pp. 389-416.
- D.ROUBIS, F.SOGLIANI, Introduzione, in Jure Vetere. Ricerche archeologiche nella prima fondazione monastica di Gioacchino da Fiore (indagini 2001-2005), a cura C.D. Fonseca, D. Roubis, F. Sogliani, Soveria Mannelli 2007, pp. 15-19.
- D.ROUBIS, F.SOGLIANI, Conclusioni, in Jure Vetere. Ricerche archeologiche nella prima fondazione monastica di Gioacchino da Fiore (indagini 2001-2005), a cura C.D. Fonseca, D. Roubis, F. Sogliani, Soveria Mannelli 2007, pp. 427-433.
- D.ROUBIS, Le ricognizioni archeologiche, in M.OSANNA, D.ROUBIS, F.SOGLIANI, Ricerche archeologiche ad Altojanni (Grottole –MT) e nel suo territorio. Rapporto preliminare (2005-2007), in SIRIS. Studi e ricerche della Scuola di Specializzazione in Archeologia di Matera, 8, 2007, pp. 137-156 [edito nel 2008].

d) Contributi in corso di stampa
- (con F. Sogliani, F. Gabellone, M. Danese, D. Gnesi), Archaeological Landscapes through GIS (Cost Surface Analysis) and Virtual Reality. A case study on the monastic site of Jure Vetere (Calabria – Italy), in On the Road to Reconstructing the Past. CAA 2008, Computer Applications and Quantitative Methods in Archaeology, Proceedings of the 36th Conference, Budapest, April 2008, c.d.s.
- (con F. Sogliani, M. Lazzari, A.M. Mercuri), Climate, Geoarchaeological and Bioarchaeological Practices, Landscape Archaeology. Data To Evaluate the Use and the Transformation of a Monastic Site (Jure Vetere, Italy), in Landscape Evolution and Geoarchaeology, Geoarch 2008, Proceedings of the 13th Belgium, France, Italy, Romania Geomorphological Meeting, Porto Heli, Greece, June 2008, c.d.s.

Login Form

Cerca